TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 10/08/2020 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 EUROPE 
EUROPE / 6 giugno in piazza per George Floyd, contro razzismo, oppressione, abusi in divisa
Appello alla comunità accademica
Date of publication at Tlaxcala: 04/06/2020
Translations available: English  Français  Español  Deutsch 

6 giugno in piazza per George Floyd, contro razzismo, oppressione, abusi in divisa
Appello alla comunità accademica

Various Authors - Autores varios - Auteurs divers- AAVV-d.a.

 


► https://www.facebook.com/events/876220562875492/

La mobilitazione contro il razzismo che sta attraversando gli Stati Uniti d’America, accesa dall’assassinio di George Floyd, è una lotta per la giustizia sociale che deve avere un supporto ed essere ampliata a tutto il mondo. In piazza negli USA, sotto l’urlo #BlackLivesMatter, c’è la battaglia antirazzista delle donne e degli uomini neri, la battaglia della working class contro l’oppressione, la rabbia giusta di una comunità che sconta sulla propria pelle secoli di suprematismo bianco e le conseguenze di una società profondamente diseguale, come dimostrano non solo i dati sulla condizione economica, ma anche quelli più recenti sulle percentuali di morti per coronavirus. Le vittime nella comunità nera per mano della polizia continuano a crescere, insieme alle violente manifestazioni del suprematismo bianco incoraggiate dal presidente Trump. Intanto, anche la stampa è sotto attacco, come dimostra l’arresto in diretta di una troupe CCN che documentava le proteste e i reporter feriti dai proiettili di gomma sparati dalla polizia.

Donald Trump, dopo aver incoraggiato i militari a sparare sui manifestanti, ha dichiarato gli Antifascisti un’organizzazione terroristica; non possiamo restare fermi di fronte ad un attacco al valore universale comune tra le lotte sociali di tutti i paesi.
Dobbiamo unirci in un’unica battaglia a supporto delle lotte che sono iniziate negli USA, per pretendere giustizia contro le vittime del razzismo e degli abusi delle forze dell’ordine in tutto il mondo, contro i politici che in tutti i paesi stanno supportando le azioni di Trump

Proponiamo quindi di iniziare il percorso attivandoci con manifestazioni in tutte le città dei nostri paesi il 6 Giugno. Vogliamo lanciare la mobilitazione con un video da diffondere sui social network in cui dichiariamo il nostro appoggio alle rivolte negli Stati Uniti, e dichiariamo a Trump che se vuole arrestare gli antifascisti, dovrà venirci a prendere in tutto il mondo.

Unione degli Studenti, il sindacato studentesco
Link-Coordinamento Universitario
Rete della Conoscenza

ROMA - 7 giugno - piazza SS. Apostoli h 11
NAPOLI - Consolato USA (p.zza della Repubblica) h 15
BARI - piazza Umberto I h 11
https://www.facebook.com/events/3003066803121380/
BOLOGNA - piazza maggiore h 19
https://www.facebook.com/events/s/i-cant-breathe-flash-mob-a-bol/709898849829987/
VITTORIA - comune h 17

Academia against racism – appello alla comunità accademica

Come comunità accademica, come studenti, docenti, ricercatori, e personale dell’università, condanniamo fermamente le azioni di violenta repressione che stanno avvenendo negli Stati Uniti, a seguito della morte di George Floyd il 25 maggio scorso.

Crediamo che debba essere tutelata la libertà di manifestazione e di libera espressione delle proprie idee.

La tragica morte di George Floyd e le successive manifestazioni che stanno attraversando tutti gli Stati Uniti devono interrogare profondamente la società, e in particolare i luoghi del sapere e della cultura quali i nostri atenei, su quanto ancorasiamo lontani dall’eliminare le contraddizioni di una società in cui la brutalità a volte prende il sopravvento sulla giustizia, in cui esistono ancora degli abusi da parte delle forze dell’ordine, in cui il dissenso viene represso con la violenza.

Esprimiamo solidarietà a George Floyd, a chi manifesta per la sua morte chiedendo giustizia, e a chi facendolo è stato ferito o ucciso.

Il 6 giugno vogliamo attivarci insieme a chi manifesterà in tutta Italia, la comunità accademica sostiene le idee antifasciste che stanno spingendo tanti a mobilitarsi, contro le violenze della repressione e contro l’amministrazione Trump che non solo le permette, ma le fomenta.

►Per sottoscrivere l’appello e vedere la lista dei primi firmatari, vai qui
 





Courtesy of Link
Source: http://linkcoordinamentouniversitario.it/0606-in-piazza-per-george-floyd-contro-razzismo-oppressione-abusi-in-divisa/
Publication date of original article: 02/06/2020
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=29055

 

Tags: George Floyd#BlackLivesMatterUSA-Italietta
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.