TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 27/09/2020 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 EUROPE 
EUROPE / Virus nella testa: la compagna Köpping vuole rinchiudere in psichiatria gli obiettori di quarantena
Date of publication at Tlaxcala: 11/04/2020
Original: Virus im Kopf: Genossin Köpping will Quarantäne-Verweigerer in Psychiatrien sperren

Virus nella testa: la compagna Köpping vuole rinchiudere in psichiatria gli obiettori di quarantena

Various Authors - Div. Auteurs -Versch. Autoren -Muhtelif Yazarlar-مؤلفون مُتنوِّعون - نویسندگان مختلف

Translated by  Milena Rampoldi ميلينا رامبولدي میلنا رامپلدی Милена Рампольди

 

La compagna Petra Köpping ha probabilmente conservato qualcosa dei suoi anni di gioventù nella FDJ e nella SED [Libera Gioventù Tedesca e Partito socialista unificato della RDT]: un virus nel cervello, che si potrebbe riassumere così: "Con mano di ferro costringiamo l'umanità alla felicità". Questo era lo slogan appeso al cancello del campo dei gulag delle isole Solovki, in Unione Sovietica. Come spiegare altrimenti la seguente notizia che circola nei media tedeschi?

 

 La ministra degli affari sociali della Sassonia Petra Köpping (SPD) in una dichiarazione disse che in singoli casi potrebbe essere necessaria la costrizione per eseguire le ordinanze. Foto Robert Michael/dpa

Da giovedì in Sassonia, chi non osserva l’ordinanza della quarantena domestica, può essere ricoverato con forza in una clinica psichiatrica. Ecco la notizia dell‘MDR che si rifà ad una richiesta presso il ministero degli affari sociali della regione federale.

Il governo della regione federale a questo scopo ha liberato un totale di 22 camere nelle cliniche psichiatriche di Altscherbitz, Arnsdorf, Großschweidnitz e Rodewisch per potervi ricoverare i potenziali “obiettori”. Della sorveglianza degli obiettori dovrebbe poi occuparsi la polizia.

In questo contesto, il canale cita la ministra degli affari sociali della regione federale, Petra Köpping (del partito socialista tedesco): „Per la salute e la vita di noi tutti è fondamentale che le persone rispettino le ordinanze sulla quarantena emesse dalle autorità sanitarie”.

 “Se vi fossero dei singoli casi in cui delle persone si oppongono alle ordinanze, comunque sarebbe necessario eseguire le misure ordinate dalle autorità sanitarie con la forza. A questo scopo, è possibile ricoverare queste persone con un’ordinanza del tribunale in un reparto chiuso di un ospedale.”

Questa violazione è oggetto del paragrafo 30 della legge di protezione contro le infezioni del governo federale. Ai sensi di questa legge chi non osserva le rispettive ordinanze o nel caso di una persona sulla base del comportamento precedente si può assumere che non le rispetterà, sarebbe “necessario un ricovero in un ospedale chiuso o in un reparto ospedaliero chiuso per poter distanziare la persona dalla società”.

“Si tratta di una misura ultima ratio”

Anche il rappresentante dei verdi, l’avvocato di Lipsia Jürgen Kasek, nei confronti dell’MDR si esprime a favore di questa misura, esprimendo comunque una riserva secondo cui sarebbe fondamentale che il tutto sia proporzionale.”

Il ricovero forzato sarebbe una “misura che limita moltissimo i diritti fondamentali.” Per questo esso può essere “solo una misura di ultima ratio quando non vi sono altre opzioni praticabili”.

Secondo le informazioni del canale, in Sassonia fino ad ora vi sarebbero diverse migliaia di persone nei confronti delle quali è stata emessa un’ordinanza di quarantena, tra cui 3300 a Dresda e 2100 a Lipsia.

 





Courtesy of Tlaxcala
Source: http://tlaxcala-int.org/article.asp?reference=28609
Publication date of original article: 11/04/2020
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=28610

 

Tags: Crisi del coronavirusPetra KöppingSassoniaPsichiatria per gli obiettori di quarantena Germania, madre pallida
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.