TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 18/01/2020 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 ABYA YALA 
ABYA YALA / Bolivia: Come hanno rovesciato Evo?
Date of publication at Tlaxcala: 17/11/2019
Original: Bolivia: ¿Cómo derrocaron a Evo?
Translations available: Français 

Bolivia: Come hanno rovesciato Evo?

Fernando Molina
Pablo Stefanoni


Translated by  Samuele Mazzolini

 

Quella di Evo Morales è stata una rivoluzione politica anti-elitaria. La situazione attuale non era prevedibile e indica che siamo di fronte a un movimento controrivoluzionario. Il leader più visibile è Luis Fernando Camacho, un uomo d’affari di 40 anni che non ha partecipato al processo elettorale ed è arrivato a Palazzo Quemado (antiqua sede della presidenza della repubblica boliviana) con una Bibbia e una scorta della polizia. Mentre celebravano il rovesciamento del presidente a La Paz, per strada venivano bruciate bandiere wiphala (rappresentativa dei popoli nativi che vivono nei territori andini che facevano parte dell’impero Inca e integrata nello stemma dello Stato plurinazionale dalla Costituzione del 2009, al pari del tricolore) al grido di “abbasso il comunismo”.

Bolivia_0001

Cominciamo dalla fine (o quanto meno dalla fine provvisoria di questa storia): domenica, nelle ultime ore della notte, il leader di Santa Cruz de la Sierra Luis Fernando Camacho ha sfilato su un’auto della polizia per le strade di La Paz, scortato da poliziotti ammutinati e sostenuto da settori della popolazione contrapposti a Evo Morales. È stata così messa in scena una controrivoluzione civico-poliziesca che ha spodestato il presidente boliviano dal potere. Morales si è precipitato nel suo territorio, la regione cocalera di El Chapare che ha visto il suo esordio nella vita politica, dove ha cercato rifugio dai rischi di vendetta. È una parabola – almeno transitoria – nella sua vita politica. In questo modo, quello che è iniziato come un movimento che esigeva un secondo turno elettorale dopo la controversa e confusa elezione del 20 ottobre si è concluso con il “suggerimento” di dimissioni al presidente da parte del capo delle forze armate.

Nessuno avrebbe potuto prevedere una rivolta contro Evo Morales. Tuttavia, in tre settimane, l’opposizione si è mobilitata più fermamente delle basi “eviste”, che dopo quasi 14 anni al potere hanno progressivamente perso capacità di mobilitazione nella misura in cui lo Stato è andato a sostituire le organizzazioni sociali come fonte di potere, burocratizzando così l’appoggio per il “processo di cambiamento”. In poche ore, quello che è stato il governo più forte del ventesimo secolo in Bolivia è crollato (ci sono molti ex funzionari rifugiati nelle ambasciate). Vari ministri hanno rassegnato le dimissioni denunciando al contempo che le loro case erano state bruciate e gli oppositori hanno fatto dei tre morti negli scontri tra gruppi civili un motivo di indignazione contro quella che chiamano “dittatura”. Infine, domenica Evo Morales e Álvaro García Linera si sono dimessi e hanno denunciato un colpo di stato in corso.

Continua a leggere

Bolivia_02

Illustrazioni di Sebastián Angresano





Courtesy of Senso comune
Source: https://revistaanfibia.com/ensayo/como-derrocaron-a-evo/
Publication date of original article: 12/11/2019
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=27477

 

Tags: Controrivoluzione bolivianaColpo di Stato bolivianoEvo MoralesMacho CamachoMASPopoli nativiOdio razzista e di classeLotta di classiStato plurinazionale della BoliviaAbya Yala
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.