TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 19/09/2019 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 UNIVERSAL ISSUES 
UNIVERSAL ISSUES / Epstein viveva in un mondo in cui non si applicano le normali regole.
Quanti altri Epstein ci sono là fuori?
Date of publication at Tlaxcala: 27/08/2019
Original: Epstein lived in a netherworld where normal rules don’t apply. How many more Epsteins are out there?
Translations available: Français 

Epstein viveva in un mondo in cui non si applicano le normali regole.
Quanti altri Epstein ci sono là fuori?

Igor Ogorodnev Игорь Огороднев

Translated by  Alba Canelli

 

Dimenticate come è morto: il vero mistero è come viveva Jeffrey Epstein, commettendo atti che avrebbero portato in prigione una persona comune, il tutto mentre era accanto agli uomini più in vista al mondo. Come ha potuto creare una campana di vetro intorno a lui?

Marco Bello/REUTERS / Handout / New York State Division of Criminal Justice Services

Prendete, ad esempio, la carriera finanziaria di Epstein, che è alla base di molte altre sue attività criminali.
Mentre i dubbi sui suoi metodi di arricchimento circolavano a Wall Street per anni, in tutto quel periodo era stato descritto, al valore nominale, come un finanziere e un miliardario.
 
Negli ultimi mesi, abbiamo scoperto che probabilmente non è un miliardario e nessuno sa davvero se abbia mai fatto affari legittimi o anche da dove provengano i suoi soldi.
Eppure c'erano chiaramente molti soldi in palio, come dimostrano inspiegabili transazioni da milioni di dollari che percorrono attraverso una rete di conti offshore e i beni di lusso che aveva accumulato (sontuose dimore, jet, isole private, ecc.).
 
Nonostante il fatto che gli Stati Uniti abbiano la reputazione di impiegare i funzionari fiscali più aggressivi del mondo, pronti ad andare ben oltre i loro confini, Epstein non è mai stato accusato o addirittura indagato a fondo, mentre le banche più rinomate del mondo sono state felici di continuare a fare affari con lui fino agli ultimi mesi.
 
La portata dei suoi crimini sessuali impuniti è ancora più palese.
 
Non era un aggressore relativamente volgare alla Harvey Weinstein, che ottenne favori sessuali da donne adulte sulle quali aveva potere, in una serie di incontri nelle camere d'albergo.
 
Invece, apparentemente Epstein era l'operatore di una rete internazionale di sfruttamento sessuale che coinvolge centinaia di minori "schiavi" reclutate da scuole o centri commerciali, trasportate attraverso i confini internazionali (e quindi con passaporti e visti validi, o passaporti straordinari), conoscendosi bene, e tutto questo con una moltitudine di testimoni.
 
Eppure Epstein fu arrestato diversi decenni dopo aver iniziato le sue predazioni, ricevette una punizione incredibilmente indulgente e apparentemente gli fu permesso di continuare il suo stile di vita eludendo facilmente i procedimenti giudiziari.
 
Nel frattempo, questo condannato per reati sessuali è stato trattato con straordinaria indulgenza dai media, che ora sono così affascinati da questo caso, ma con l'eccezione di numerosi tenaci giornalisti locali, non sembravano abbastanza incuriositi per arrivare in fondo cose e stabilire chi fosse veramente Epstein.
 
Anche se Epstein non fosse stato un personaggio, uno stretto collaboratore dell'ex uomo più potente del mondo (Bill Clinton) - la cui moglie (Hillary) aveva cercato di ottenere lo stesso incarico - per non parlare del fatto che era amico del principe Andrew e di Woody Allen, qualsiasi investigatore ambizioso avrebbe reso la sua vita una caccia al tesoro.
 
Certamente, alcune delle accuse potrebbero essere state difficili da dimostrare e non possiamo aspettarci che i giornalisti si infiltrino nella stiva del Lolita Express. Ma almeno dal 2005, ci sono solide basi per la costruzione di una notizia o di un articolo sul modo di vivere di Epstein. In un mondo in cui un singolo articolo #MeToo può distruggere una carriera, Epstein è stato coccolato come un Gatsby che è caduto in disgrazia, ricevendo i giornalisti del New York Times nella sua corte e vantandosi dei suoi legami con Mohammed bin Salman.
 
Per molti, la più forte tentazione ora è spazzare via come "teorie della cospirazione" pensare che Epstein fosse un uomo protetto a causa dei suoi legami con i Clinton, che fosse un fronte e un faccendiere per la CIA o il Mossad, che chiunque si sia messo sulla sua strada, dagli investigatori e pubblici ministeri ai giornalisti, è stato pagato o avvertito, forse ricattato.
 
A parte l'intrattenitore pubblico Alec Baldwin (che ha affermato che Epstein è stato assassinato dai "russi"), tutti dovrebbero riprendere fiato e attendere che emergano altri fatti, in particolare su Ghislaine Maxwell, la partner di Epstein il cui nome è stato citato molte volte, attualmente difficile da localizzare. Ma chi spera che un giorno possa emergere un inventario completo e dettagliato dei crimini commessi da Epstein e dalla sua rete è probabilmente in errore.
 
Ma per me, forse una scoperta più terrificante è che non c'era cospirazione in quanto tale.
 
L'unico potere conferitogli dalla sua ricchezza e connessioni, moltiplicato per la capacità di condurre uno stile di vita internazionale, ha semplicemente messo Epstein fuori dalla portata dei normali vincoli legali e sociali.
 
Presumiamo già che i plutocrati, l'élite politica e le celebrità vivano secondo regole diverse da quelle dei comuni mortali. Ma non stiamo parlando dei normali eccessi dei ricchi: yacht, maggiordomi e piscine sotterranee a Londra.
 
Stiamo parlando di crimini pari a quelli dei cattivi che troviamo nei film di James Bond. Un'isola privata con un tempio segreto. Piani per "seminare" il suo DNA in dozzine di donne. Un reclutamento di importanti scienziati per condurre studi transumani per creare una nuova super-razza.
 
Se avessimo appreso che invece di asservire le giovani donne, l'hobby di Epstein era di dare la caccia e trasportare i senzatetto, saremmo più sorpresi? Sarebbe stato molto più difficile cavarsela?
 


Cattura di ripresa video da un drone del "tempio" sull'isola di Epstein, Little St. James, nota anche come Orgy Island o Pedophile Island. ©YouTube / Varied Perspective Technologies, LLC

Possiamo dire che Jeffrey Epstein era uno psicopatico unico, astuto e depravato, con le giuste connessioni. Ma sembra anche plausibile che questi scantinati opulenti, globalizzati e senza legge nascondano probabilmente altri trasgressori depravati, meno desiderosi di pubblicità e più pericolosi nelle loro intenzioni.

Il compito è cercare di fermarli ora prima che muoiano in una cella di prigione a New York, lasciando dietro di sé una scia di vittime. Ma chi avrà il coraggio di farlo?

 Sinistra: Deep State (Stato profondo). A destra: Il suo ultimo massaggio. Disegno di Ben Garrison





Courtesy of Tlaxcala/Voci dalla Strada
Source: https://www.rt.com/usa/466493-epstein-bond-villain-conspiracy/
Publication date of original article: 14/08/2019
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=26830

 

Tags: Jeffrey EpsteinPedofiliaPedocriminalità
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.