TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 21/07/2019 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 UNIVERSAL ISSUES 
UNIVERSAL ISSUES / Operazione Condor: ergastolo a 24 ex politici e militari sudamericani
Date of publication at Tlaxcala: 11/07/2019
Original: Justiça italiana condena à prisão perpétua 24 ex-militares sul-americanos por crimes cometidos durante a Operação Condor
Translations available: Français 

Operazione Condor: ergastolo a 24 ex politici e militari sudamericani

Janaina César

 

Ventiquattro imputati su 25 nel processo per i crimini dell'Operazione Condor sono stati condannati in 2° grado all'ergastolo per omicidio pluriaggravato di 23 italiani ai tempi delle dittature in Sudamerica. Una sentenza che ribalta le tante assoluzioni che avevano segnato la decisione di 1° grado. La difesa ha già annunciato il ricorso.

operazione condor

Mario Antonio Angelelli, Arturo Salerni e Andrea Speranzoni, avvocati delle parti civili

Dopo 20 anni d’attesa, i familiari degli italiani assassinati dai torturatori delle dittature sudamericane trovano finalmente giustizia. Lunedì 8 luglio la Prima Corte d’assise d’Appello di Roma ha condannato all’ergastolo i 24 ex militari delle dittature di Uruguay, Cile, Bolivia e Perù imputati nel processo legato all’Operazione Condor.

Operazione Condor: sentenza di 1° grado e motivazioni

La sentenza ribalta quella di primo grado del 17 gennaio 2017, in cui, su un totale di 33 imputati, erano stati condannati solo i vertici del Plan Condor, otto tra presidenti e ministri, mentre diciannove fra ex militari e agenti dei servizi di sicurezza nazionale erano stati assolti. Le accuse riguardavano inizialmente casi di sequestro e omicidio, ma la prima delle due accuse cadde per prescrizione. Altri sei morirono nel corso del processo.

 

 

Nel dettaglio, erano stati riconosciuti colpevoli a vario titolo già due anni e mezzo fa: Luis García Meza Tejada, presidente della Bolívia fra il 1980 e il 1981; Luis Arce Gómez, uno dei suoi generali; Francisco Morales Bermúdez Cerruti, presidente del Perù dal 1975 al 1980; Germán Ruiz Figueroa, ex capo dei servizi segreti del Perù; Pedro Richter Prada, ex-militare e politico peruviano; Juan Carlos Blanco, ex cancelliere dell’ Uruguay; i colonnelli cileni Rafael Ahumada Valderrama e Hernán Jeronimo Ramírez.

Le motivazioni della sentenza verranno pubblicate fra 90 giorni, ma tutto indica che la Corte avrebbe accettato uno dei principali argomenti sostenuti sia dalla avvocatura di Stato, sia dalla Procura della Repubblica e dagli avvocati di parte civile: i rapimenti commessi da ex militari e agenti dei servizi segreti erano finalizzati all'”evento morte”.

Nello specifico, sono stati condannati per omicidio volontario pluriaggravato di 23 italiani che lottavano contro le dittature del Sudamerica.

operazione condor processo

Cos’è l’Operazione Condor e i nomi dei condannati

Operazione Condor, o Plan Condor, era una rete di collaborazione fra i servizi delle dittature sudamericane negli anni ’70 e ’80 che aveva come scopo catturare, arrestare e assassinare gli oppositori politici. Ad essere condannati in secondo grado sono i cileni Hernán Jerónimo Ramírez, Rafael Ahumada Valderrama, Pedro Octavio Espinoza Bravo, Daniel Aguirre Mora, Carlos Luco Astroza, Orlando Moreno Vásquez e Manuel Abraham Vásquez Chauan, i peruvani Francisco Morales Bermúdez, Germán Ruiz Figuero e Martín Martínez Garay e il boliviano Luis Arce Gómez.

Fra gli uruguaiani: José Gavazzo Pereira, Juan Carlos Blanco, José Ricardo Arab Fernández, Juan Carlos Larcebeau, Pedro Antonio Mato Narbondo, Luis Alfredo Maurente, Ricardo José Medina Blanco, Ernesto Avelino Ramas Pereira, José Sande Lima, Jorge Alberto Silveira, Ernesto Soca, Néstor Troccoli, Gilberto Vázquez Bissio.  Ricardo Eliseo Chávez, invece, è stato assolto di nuovo (lo era già stato in primo grado).

Continua a leggere

http://tlaxcala-int.org/upload/gal_20622.jpg

Carlos Latuff

 





Courtesy of Osservatorio Diritti
Source: https://operamundi.uol.com.br/politica-e-economia/59359/justica-italiana-condena-a-prisao-perpetua-24-ex-militares-por-crimes-cometidos-durante-a-operacao-condor
Publication date of original article: 08/07/2019
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=26480

 

Tags: Operazione CondorCrimini dittature sudamericaneJustizia italianaTorturaSparizioni forzateEsecuzioni extragiudizialiAbya Yala
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.